PAL

PAL – Personal Assistant for a healthy Lifestyle è un progetto che rientra all’interno del programma Horizon 2020 della Commissione Europea avviato l’1 marzo 2015, finanziato dall’Unione Europea per 4.5 milioni di euro.
Questo progetto di quattro anni coinvolge partner di ricerca come TNO (coordinatore), DFKI, FCSR, Imperial College and Delft University of Technology, utenti next-to-end (gli ospedali Gelderse Valle e Meander Medical Center, e le Associazioni del Diabete italiana e olandese) e PMI (Mixel e Produxi). MediaClinics supporta Mixel nelle attività di sviluppo e integrazioni delle applicazioni mobile.

Il progetto PAL supporta bambini e ragazzi (7-14 anni) affetti da T1DM, le loro famiglie e il personale medico coinvolto. Aiuterà i bambini ad acquisire le conoscenze, le capacità e le abitudini per aderire al loro regime diabetico, ritagliato intorno alle necessità specifiche di ciascun bambino (condizioni di salute, fasi di sviluppo e di cambio di comportamento, capacità, genere, ambiente sociale). Il progetto applicherà processi di co-design e test centrati attorno all’utente per fornire un solido supporto a lungo termine all’autogestione del bambino in diversi contesti (dentro e fuori il contesto medico) tramite l’impiego di applicazioni m-Health, quali ad esempio diari online e quiz educativi. PAL fornirà inoltre supporto motivazionale per l’adozione di stili di vita sani.

Il sistema PAL è composto da un robot social, un suo avatar virtuale e un set espandibile di applicazioni mobile per la salute; tutte queste componenti sono connesse ad una base di conoscenza e ad un meccanismo di ragionamento comuni. PAL è coordinato e supervisionato da professionisti del settore sanitario (quali diabetologi, nutrizionisti, infermieri, psicologi) che impostano obiettivi di autogestione e assegnano compiti ai bambini, e possono al contempo monitorare gli sviluppi e i miglioramenti lungo il processo. PAL supporta i bambini, insieme con le loro famiglie, a porsi obiettivi e svolgere le attività per portarli a termine. Il personale contribuisce inoltre con importanti contenuti educativi per garantire un servizio di qualità e un allineamento adeguato con le nozioni e le informazioni acquisite nel corso della regolare attività di cura.

CIRCLE IMMAGE

Obiettivi

L’obiettivo generale del progetto è di sviluppare un sistema PAL (Personal Assistant for a healthy Lifestyle), che possa assistere bambini e ragazzi di età compresa tra i 7 e i 14 anni affetti da T1DM, personale sanitario e genitori a migliorare le capacità di autogestione della malattia, in modo da instaurare, prima dell’adolescenza, una responsabilità che sia adeguatamente condivisa tra il giovane paziente e i caregiver nella gestione del regime diabetico dei ragazzi. Gli obiettivi del progetto possono essere così riassunti:

  • Valutare esigenze, necessità e criticità degli utenti (bambino, genitore, personale specialistico) per un supporto a lungo termine alle capacità di autogestione del bambino dall’infanzia all’inizio dell’adolescenza;
  • Sviluppare un meccanismo di ragionamento agent-based per impostare obiettivi personalizzati educativi e comportamentali, e strategie di engagement per i bambini;
  • Sviluppare una serie di strumenti informatici per i caregivers, ad esempio un pannello di controllo e visualizzazione dati per il personale sanitario e un modulo di monitoraggio e informazione per i genitori;
  • Progettare e sviluppare interazioni personalizzate naturali e multimodali per gli Embodied Conversational Agents (ECA) fisici (robot) e virtuali (avatar), per promuovere un coinvolgimento a lungo termine tramite una serie di applicazioni educative;
  • Sviluppare ulteriori applicazioni mobile e integrarle in un’infrastruttura IT aperta basata su conoscenze specifiche e approfondite per supportare i bambini affetti da diabete nell’autogestione della cura;
  • Determinare i costi e i profitti per la piattaforma di autogestione proposta.

Impatto atteso

Capacità di autogestione
Il sistema PAL consente ai giovani pazienti e alle loro famiglie di giocare un ruolo di primaria importanza nella definizione e nel raggiungimento di obiettivi personali, nel percorso di educazione ed esercizio, con l’obiettivo di motivare i giovani pazienti, e aumentare le loro capacità e sicurezza nella gestione della loro salute.

Strumenti di supporto alla cura
Il sistema PAL, con i suoi strumenti di authoring e controllo, assiste i professionisti del settore sanitario nel monitoraggio remoto del comportamento e delle condizioni di salute dei ragazzi affetti da T1DM nel tempo. Inoltre, il pannello di controllo dedicato ai caregiver consente di modulare le attività di coaching per migliorare i risultati nel comportamento e nella salute di ciascun paziente. PAL rappresenta dunque un DSS human-on-the-loop, che facilita la gestione e i rapporti con i giovani pazienti con particolare attenzione alla componente educativa e di coaching.

Tecnologia collaborativa
Per sfruttare a pieno i benefici delle soluzioni m-Health in futuro, PAL realizzerà un’infrastruttura tecnologica, sistemi di integrazione e linee-guida per consentire un adattamento rapido ai cambi di tecnologie. Questo avverrà tramite un’architettura estendibile di applicazioni modulari m-Health, l’acquisizione semi-automatica di contenuti da fonti esterne, e una misurazione costante delle metriche di performance. Tutto questo contribuirà allo sviluppo di definizioni e processi basati su conoscenze standardizzate, in grado di sostenere un alto numero di richieste operative e di design.

Capacità di innovazione
Al termine dei quattro anni, basandosi sui dati acquisiti e le esperienze raccolte da diversi utenti affetti da T1DM, si intende ottenere un set di servizi versatili e largamente applicabili:

  • Strumenti di esercizio e allenamento per bambini, basati su modelli di edutainment;
  • Strumenti di pianificazione per una gestione autonoma (per i caregiver e in particolare per i giovani pazienti), estendibile anche ad altri ambiti pediatrici.

PAL Project Website